Il fine giustifica i mezzi

(cioè, se i mezzi non funzionano, il fine è errato!)

Definizioni labili

Come ho già detto, le cose cambiano al passare del tempo e ci si abitua più tranquillamente al peggio che al meglio.

Oggi ho definito “il mio lavoro” una attività che svolgo in maniera professionale non retribuita! Come posso definire eticamente accettabile questa condizione? Nel solo caso in cui è moralmente corretto: in una attività imprenditoriale, l’imprenditore è il penultimo a dover essere pagato (l’ultimo è l’investitore).

Annunci
Lascia un commento »